I REGGINI RACCONTANO REGGIO CALABRIA

itReggioCalabria

EVENTI STORIA

Settimana della memoria per non dimenticare la Shoah

Settimana Memoria Shoah

Roccella Jonica celebra per il secondo anno consecutivo la Settimana della memoria. L’evento, partito il 23 gennaio, si chiuderà il 29 gennaio e si svolgerà all’ex Convento dei Minimi con un ricco programma di iniziative culturali. Il filo conduttore è “Ieri, oggi e domani per non dimenticare”. La Settimana della memoria è stata voluta da Bruna Falcone, assessorato alla Cultura del Comune di Roccella Ionica, in collaborazione con le istituzioni scolastiche locali, associazioni culturali e cittadini. L’obiettivo è quello di rendere omaggio a tutte le vittime delle persecuzioni razziali, etniche e politiche. Infatti l’evento è collegato alla “Giornata della Memoria”, ricorrenza internazionale che il 27 gennaio di ogni anno ricorda la Shoah. Si tratta di una data universale per non dimenticare lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.

Settimana della Memoria per non dimenticare

Settimana Memoria Bruna Falcone
Bruna Falcone

Il progetto dell’assessore Bruna Falcone è finalizzato a commemorare le migliaia di vittime della Shoah e a favorire una riflessione comune. Falcone auspica che “a partire dalle più giovani generazioni, si rifletta sull’importanza di non dimenticare i tragici risvolti dell’indifferenza, dell’antisemitismo e della discriminazione razziale”. Purtroppo situazioni ancora presenti nella società odierna. L’assessore alla Cultura di Roccella Jonica dichiara che con la seconda edizione della Settimana della Memoria si vuole ricordare quanto brutale è stato l’uomo e ciò che è riuscito a compiere contro vittime innocenti. Un uomo divenuto altro da sè, spinto da atteggiamenti di insensibilità e violenza, aggravati da assurde leggi razziali. Un orrore che non deve ripetersi mai più”.

Contro indifferenza e dolore

Settimana Memoria col filo spinato

Per Falcone, l’obiettivo è di stimolare un atteggiamento che combatta “la dilagante tendenza all’indifferenza verso la sofferenza degli altri. Ciò al fine di reagire contro l’ingiustizia e i diritti negati all’umanità. Sull’esempio di testimoni come il compianto ex deportato Pietro Terracina, al quale sarà riservato un particolare omaggio, non dobbiamo chiudere gli occhi di fronte al male”.

Calendario eventi

Settimana Memoria

In questi giorni il programma ha proposto “L’olio delle lampade“, la proiezione del video realizzato dal gruppo “Narrando” con letture a cura di Rossella Scherl. E, ancora, la mostra collettiva di artisti a cura di Antonella Iaschi. Il 27 gennaio si è parlato di “I Giovani e la Shoah“. Martedì 28 gennaio, ore 18.45, sarà la volta di “(Ri)scatti della memoria“, live performance a cura di Domenico Scali & Associazione musicale “L’ Arlesiana”. Immagini di Domenico Scali, suoni di Claudio Cojaniz, Carlo Frascà, e Paola Agrippa. A moderare Rossella Scherl. Il 29 gennaio è in programma “Il filo della memoria: le voci dei bambini e ragazzi per non dimenticare“. Dalla tragedia del passato alla necessaria riflessione sul presente nella speranza di un futuro migliore. Evento a cura dell’istituto comprensivo “Coluccio – Filocamo” e dell’Istituto d’Istruzione superiore “P. Mazzone”.

(Foto Pixabay)

Settimana della memoria per non dimenticare la Shoah ultima modifica: 2020-01-28T07:41:08+01:00 da Raffaella Natale

Commenti

To Top