I REGGINI RACCONTANO REGGIO CALABRIA

itReggioCalabria

NATURA PAESAGGI

In Aspromonte vive una quercia tra le più antiche al mondo

Quercia Secolare

La natura riserva sempre grandi sorprese e, il Parco Nazionale d’Aspromonte è una scoperta continua. In questa meravigliosa area naturalistica, è stata rinvenuta da un team di ricerca dell’Università della Tuscia la presenza di una quercia molto longeva. Secondo gli esperti è tra le cinque querce più antiche, conosciute nel nostro pianeta.

Tronco Di Quercia

Una quercia scoperta dai ricercatori della Tuscia

Che la nostra terra fosse il regno della biodiversità e della convivenza di differenti ecosistemi era un dato oramai assodato. La Calabria però ci riserva sempre nuove scoperte. Questa volta è avvenuta all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte, in una delle aree più inaccessibili, la Valle Infernale. Un paradiso che conserva tra tante specie arboree presenti come pino laricio, roveri, faggi, abeti bianchi e cerri. Ed anche una varietà di quercia molto particolare.

Quercia Monumentale

È un albero monumentale che secondo i ricercatori dell’Università della Tuscia guidati dal professor Gianluca Piovesan è un vero e proprio patriarca del bosco, cosa molto comune nelle foreste vetuste. La quercia in questione ha un diametro di quasi due metri e circa 560 anni.  Il progetto di ricerca coordinato anche dal nucleo dei Carabinieri Forestali è finalizzato per ampliare le specie naturali del patrimonio dell’Unesco e poterle tutelare e conservare. Si tratta del percorso progettuale “Ancient and Primeval beech forests of the carpathians and other regions of Europe”.

Il bosco, un patrimonio da tutelare

Secondo le indagini realizzate con il radiocarbonio, prelevando una porzione di fusto, si è giunti alla datazione certa. La maestosa quercia della Valle Infernale è una tra le più antiche roveri del pianeta terra mai ritrovate. L’albero garantisce all’interno del Parco un habitat naturale per molte specie animali. Sia assicurando loro un rifugio tra le sue chiome e nel suo fusto, oramai cavo ma, anche arricchendo il terreno con porzioni di legno morto. Tutto in un equilibrio naturale molto importante.

artigiano e parco dell'Aspromonte

Il Parco grazie al lavoro delle guardie forestali è ben conservato e il direttore Sergio Tralongo ha affermato che le buone pratiche attuate saranno esportate all’interno del progetto Italian Mountain Lab. Che è un grande laboratorio che mira alla promozione, la collaborazione e la divulgazione e studio di attività di ricerca, sperimentazione e trasferimento tecnologico. La presenza della quercia in Aspromonte ha una valenza internazionale che deve spingere maggiormente a salvaguardare l’Area Protetta. Come afferma il vicepresidente del Parco, Domenico Creazzo: “programmando percorsi di valorizzazione territoriale che inglobino le peculiarità naturalistica, storica, culturale”. Ciò, al fine di offrire ai turisti percorsi e visite di qualità.

In Aspromonte vive una quercia tra le più antiche al mondo ultima modifica: 2020-07-17T09:26:11+02:00 da Gianna Maione
To Top