I REGGINI RACCONTANO REGGIO CALABRIA

itReggioCalabria

ARTE STORIA

Restauro aperto al pubblico per la Vara della Vergine

La Vara Oggetto Di Restauro

Un restauro aperto al pubblico non è un’esperienza cui si assiste molto spesso. Da gennaio a giugno 2020 a Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale della Calabria, sarà possibile vedere all’opera i restauratori in un intervento di recupero sulla Vara. Si tratta della macchina processionale che accoglie il quadro della Madonna della Consolazione durante la grande festa che si svolge a Reggio Calabria ogni anno a settembre

Un restauro nato dall’unione di più forze

È stato possibile realizzare un’operazione di restauro di questo tipo, grazie alla sinergia tra la Regione Calabria, il Segretariato Regionale del Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo per la Calabria e la Soprintendenza Abap per la Città Metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia. Il laboratorio dell’intervento è stato allestito nei locali di Palazzo Campanella, nella sala Monteleone e, secondo orari prefissati, sarà possibile assistere alle varie fasi del restauro della Vara.

Restauro Locandina

Nei locali adiacenti nel periodo del cantiere sono previste innumerevoli attività: mostre e una serie di eventi definiti “Intorno alla Vara”. Il recupero della preziosa struttura che decora il quadro della Patrona durante la festa è per Reggio un bene da conservare e custodire, che fa parte del patrimonio etnoantropologico della comunità. La Vara rappresenta una testimonianza dell’identità e della storia della cittadinanza reggina e del territorio e come tale deve essere valorizzata.

Il restauro necessario di un’opera d’arte argentiera  

La Vara è un manufatto di argenteria artigianale messinese, secondo alcuni documenti, realizzata nella seconda metà dell’Ottocento. È una macchina processionale che ha una struttura in metallo su cui si inseriscono barre in legno che consentono il trasporto a spalla. È ornata da una cornice d’argento arricchita di altorilievi ed ex voto inseriti nel XVIII secolo. Sono presenti modanature in argento a sbalzo e lastre bulinate e cesellate.

Festa Della Madonna Della Consolazione con la vara in restauro

Alla base vi è un candeliere con sette bracci e, in alto lo stemma di San Giorgio, patrono di Reggio Calabria sormontato da una sontuosa corona in argento. Ha dimensioni molto importanti. Misura 6 m in altezza, 2,5 m in larghezza e 1,5 m in profondità. Gli interventi di restauro saranno di tipo conservativo e di recupero di alcune parti della struttura. Il cantiere dovrà riportare all’originario splendore e lucentezza la macchina processionale, restituendo la bellezza e soprattutto il sapiente lavoro degli argentieri che l’hanno realizzata.

La Vara e il culto per la Vergine

La Vara ha una grande importanza per i reggini. Nella Vara, viene alloggiato al momento della processione cittadina il quadro dipinto da Nicolò Andrea Capriolo del 1547. L’opera ritrae la Vergine in trono che ha tra le braccia Gesù Bambino. Ai lati Sant’Antonio da Padova e San Francesco d’Assisi. Il quadro è considerato miracoloso dai fedeli tanto che il culto per la Madonna della Consolazione non è mai venuto meno. Alcuni versi del poeta reggino Ciccio Errigo recitano «Cu terremoti, cu guerra e cu paci sta festa si fici e sta festa si faci», a testimonianza della grande devozione per la Madonna.

Restauro della vara che rientra in duomo dopo la processione

Il momento della processione, che si svolge il secondo sabato di settembre, è molto sentito. Tutta la comunità partecipa festosa affidando le proprie intenzioni alla Vergine. Dalla Basilica dell’Eremo in cui è custodito per tutto l’anno dai padri Cappuccini, il quadro attraversa in processione tutta la città fino alla cattedrale. In duomo resta esposto alla venerazione dei fedeli fino alla fine di novembre, quando rientra solennemente in processione nella sua chiesa.

(Foto Facebook Associazione Portatori Vara Madonna della Consolazione/Basilica Cattedrale di Reggio Calabria)

Restauro aperto al pubblico per la Vara della Vergine ultima modifica: 2020-01-07T08:02:22+01:00 da Gianna Maione
To Top