ARTE STORIA

La Villa Romana di Casignana e i suoi splendidi mosaici

Villa Romana Di Casignana

I mosaici pavimentali di Piazza Armerina, in provincia di Enna, sono sicuramente i più belli del nostro Paese. Ma c’è un sito, nella città metropolitana di Reggio Calabria, che esce assolutamente a testa alta dal confronto. Si tratta della Villa Romana di Casignana, un complesso meraviglioso di strutture di epoca romana, che conserva un patrimonio di mosaici assolutamente straordinario.

La storia

Nella piccola località omonima, dunque, si nasconde un altro pezzo poco conosciuto e pubblicizzato del patrimonio culturale italiano. Si tratta della Villa Romana di Casignana, che si trova sulla strada poco distante dalla strada statale ionica 106 e dal magnifico mare di Reggio. Questo complesso risale al I secolo ed è stato scoperto nel 1963 durante i lavori per l’acquedotto. La sua fama è dovuta, come detto, alla bellezza dei suoi mosaici e alle decorazioni parietali in lastre di marmo colorato importato dall’Africa e dall’Asia Minore.

Mosaico Della Villa Romana Di Casignana
I mosaici della Villa Romana di Casignana nella città metropolitana di Reggio Calabria

Nonostante il nome, questo sito più che una villa era un vero e proprio quartiere, esteso per oltre dodici ettari. La sua importanza era dovuta anche al suo ruolo di punto di ristoro per i funzionari imperiali che si spostavano da Locri a Reggio Calabria. Tra gli elementi di maggiore spicco della Villa Romana di Casignana è sicuramente il complesso termale, suddiviso nei canonici frigidarium, tepidarium e calidarium, riccamente decorati con tessere policrome raffiguranti figure geometriche e scene mitologiche.

Le bellezze della Villa Romana di Casignana

L’ambiente più riccamente decorato della Villa Romana di Casignana è il frigidarium, anche detto Sala delle Nereidi. Questo nome è dato dal mosaico del III secolo d.C. che raffigura un thiasos (celebrazione religiosa) marino con quattro Nereidi in groppa ad un leone, un toro, un cavallo e una tigre. La leggera patina bianca, dovuta alla vicinanza con il mare, non ha offuscato la meraviglia di questi mosaici, che sono tra le testimonianze meglio conservate di questo genere. Il calidarium, invece, possiede un impianto di riscaldamento a ipocausto, consistente nella circolazione di aria calda entro cavità poste nel pavimento e nelle pareti del luogo da riscaldare. Ha pianta ottagonale e presenta anch’esso una pavimentazione a mosaico, meno pregevole di quella del frigidarium.

Vasca Della Villa Romana Di Casignana
Una delle vasche del complesso

Il complesso, inoltre, ospita alcuni deliziosi salottini con raffigurazioni musive. Uno di essi è la cosiddetta Sala di Bacco, in cui il dio viene mostrato ubriaco, sorretto da un satiro. La Villa Romana di Casignana si trova in contrada Palizzi, poco distante dal sito archeologico di Locri Epizefiri. È possibile visitarla dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 per quel che concerne il periodo estivo. Durante l’inverno, invece, l’accesso è consentito solo di mattina, sempre al costo di tre euro a persona.

(Si ringrazia Marika Licordari per la gentile concessione delle immagini)

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.
La Villa Romana di Casignana e i suoi splendidi mosaici ultima modifica: 2019-11-08T08:50:52+01:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top