CIBO ITALIANI.IT

La storia della distilleria Caffo e i suoi prodotti

Caffo Composizione 2

La distilleria Caffo, con lo stabilimento presente a Vibo Valentia, rappresenta sicuramente una delle eccellenze imprenditoriali della Calabria. Anche se la sua storia affonda le radici perfino nel territorio siculo. Questa realtà imprenditoriale, ormai consolidata, vanta liquori diventati un must. Come l’Amaro del capo, più altre proposte interessanti. Senza dimenticare di avere un occhio di riguardo per la liquirizia di Calabria.

Le origini

Si deve tornare nel lontano 1915, e dobbiamo spostarci in Sicilia, per iniziare a raccontare questa storia. Giuseppe Caffo, dopo aver sperimentato la distillazione delle vinacce alle pendici dell’Etna, proprio in quell’anno rileva un’antica distilleria a Santa Venerina. Ed è qui che Caffo inizia a rielaborare e rivisitare minuziosamente antiche ricette per creare liquori unici. Ma l’attività continuerà nel tempo grazie all’interesse mostrato, verso i propri prodotti, dalle generazioni successive. A cominciare dal figlio di Giuseppe, Sebastiano, che estenderà l’attività prendendo in gestione altre distillerie. Gli altri figli di Giuseppe, Santo e l’omonimo Giuseppe Caffo, forti dell’esperienza maturata nel settore in Australia, fondano insieme a Sebastiano la Fratelli Caffo. Ed è qui che parte lo stabilimento di Limbadi, all’epoca territorio vinicolo ricco, che forniva con grande quantità – e con grande facilità – la materia prima per poter produrre i loro liquori. Dopo l’acquisizione di una tecnologia più avanzata per la distillazione, nel 1966 Sebastiano Caffo rileva l’attività. E tutt’ora è lui a gestirla insieme al figlio Giovanni. L’attività si è progressivamente espansa, sfociano nell’acquisizione di una nuova distilleria. Si è arrivati poi ad un altro stabilimento in Friuli e all’avvio di una società di importazione di alcolici nel New Jersey, negli USA. Per non dimenticare la creazione dello stabilimento Liquirizia Caffo a Vibo Valentia, interamente specializzato nella produzione oltre che del marchio Caffo anche di quello Taitu, con per oggetto la liquirizia.

Amarodelcapo 800x1200

I prodotti

Il cavaliere di punta di questo esercito del settore liquorifero è sicuramente rappresentato dal Vecchio Amaro del Capo. Un mix di 29 erbe in infuso, con proprietà tonicodigestive e dal gusto gentile ed aromatico. Si tratta di uno degli amari più diffusi e venduti sul territorio nazionale. Premiato nel 2010 con la medaglia d’oro al concorso mondiale di Bruxelles. Una vera e propria istituzione dei liquori. Altrettanto famoso LiquorIce, un liquore di pura liquirizia calabrese, come l’azienda stessa tende a sottolineare. Una piacevole pausa, che risulta anche essere benefica, per via delle numerose qualità terapeutiche del prodotto principe di questa formulazione. E ovviamente non può mancare il limoncello, con la denominazione di Limuni‘. Prodotto da scorze di veri limoni di Calabria. Ad affiancare questi prodotti tipici delle terre calabresi, troviamo anche altre proposte. Tra queste spiccano quelle del mirto, delle mandorle, senza scordare il cedro. Una vasta selezione di acquaviti, di grappa e la sperimentazione dei drink, per arrivare alle birre e alle pasticche di liquirizia, oltre che agli sciroppi. Insomma, una vasta selezione di calabresità pura. È inoltre possibile sperimentare con i cocktail, facendosi stuzzicare dalle ricette proposte sul sito ufficiale della Caffo. Un modo diverso per sperimentare una bevuta in solitario o in compagnia, con un tocco di originalità.

 

https://www.caffo.com/prodotti.asp

La storia della distilleria Caffo e i suoi prodotti ultima modifica: 2019-02-01T12:01:47+02:00 da Valentina Gardenia

Commenti

To Top